Baracca e gli albori dell'aviazione - Museo Francesco Baracca - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 

Baracca e gli albori dell'aviazione

 
  • 17 dicembre 1903
    I fratelli Orville e Wilbur Wright di Dayton (Ohio) effettuano il primo volo a motore con un mezzo “più pesante dell’aria” sulle spiagge atlantiche dell’Isola di Kitty Hawk nel North Carolina. La durata è di appena 59 secondi

 

  • 1905
    I fratelli Wright, dopo aver sviluppato le loro ricerche, compiono un volo di circa 40 minuti, coprendo una distanza di 24 miglia

 

  • 24 maggio 1908
    Primo volo in Italia, nella Piazza d'Armi di Roma, del francese Léon Delagrange

 

  • 25 luglio 1909
    Il francese Blériot attraversa in volo la Manica in 36 minuti

 

  • 7 agosto 1910
    A Pordenone apertura ufficiale della prima Scuola Italiana di Aviazione

 

  • 9 luglio 1912
    Con il numero 1037, Baracca consegue a Reims il brevetto di pilota civile.

 

  • 27 settembre 1913
    Baracca con un velivolo tipo Macchi sorvola Lugo e atterra nei prati di Fusignano.

 

  • 6 settembre 1915
    Tra Udine e Palmanova primo duello aereo di Baracca

 

  • 7 aprile 1916
    Francesco Baracca coglie la sua prima vittoria nei pressi di Medea con un Nieuport

 

  • marzo 1917
    L’installazione anche sugli aerei italiani della mitragliatrice sincronizzata con l’elica rende più agevole l’azione dei piloti

 

  • 1 maggio 1917
    Sul campo di Santa Caterina viene formata la 91^ Squadriglia e Baracca ne diviene comandante il 6 giugno. E’ dotata di quattro Spad, tre Nieuport 110 HP, tre autovetture e tre motociclette. Viene inserita nel X Gruppo Aeroplani. Il reparto sceglie come proprio emblema il grifone. Definita la “Squadriglia degli Assi”, comprende alcuni fra i migliori piloti da caccia dell’epoca: Fulco Ruffo di Calabria (20 vittorie); Ferruccio Ranza (17) e Pier Ruggero Piccio (24)

 

  • Maggio 1917
    Lo Spad VII sostituisce gradualmente il Nieuport nella Squadriglia di Baracca.

 

  • 1918
    Lo Spad VII viene sostituito dal più veloce e meglio armato Spad XIII, aereo su cui trova la morte Baracca.