Da Mestre in visita a Lugo per approfondire la figura di Francesco Baracca - Museo Francesco Baracca - Comune di Lugo

Vai ai contenuti principali
 
 

Da Mestre in visita a Lugo per approfondire la figura di Francesco Baracca

 
I-ragazzi-della-classe-3-C-della-scuola-media-Spallanzani-di-Mestre-e-i-coetanei-delle-classi-3-B-e-3-E-della-scuola-media-Francesco-Baracca

Martedì 25 ottobre i ragazzi della classe 3^C della scuola media “Spallanzani” di Mestre hanno fatto visita a Lugo, accompagnati dai coetanei delle classi 3^B e 3^E della scuola media “Francesco Baracca”.

 

La visita rientra nell’ambito del progetto di gemellaggio di studio sulla figura di Francesco Baracca, intitolato “La storia condivisa” , avviato in settembre per l’anno scolastico in corso.

 

I ragazzi sono arrivati alle 10 presso la Meridiana dei popoli e successivamente hanno seguito un percorso a piedi fino a piazza Baracca.

In seguito, i ragazzi della scuola di Lugo hanno orientato i coetanei all’osservazione del monumento, fornendo loro le informazioni artistiche e le notizie storiche, la Rocca estense e il Pavaglione.

Il pranzo, al sacco, si è tenuto alla scuola media “F. Baracca”, durante il quale non è mancato un momento libero di socializzazione.

Alle 14 la classe 3^B ha accompagnato gli ospiti al museo “Baracca” dove si è svolta la visita, guidata dagli alunni lughesi. In seguito alcuni ragazzi di Mestre hanno potuto fare l’esperienza del volo utilizzando il simulatore che riproduce i territori sorvolati da Francesco Baracca come si presentavano all’epoca del primo conflitto mondiale e come appaiono oggi.

 

I ragazzi delle due classi della scuola “Baracca”, guidati dalle insegnanti Patrizia Ansaloni (3^B) e Rita Vitiello (3^E), hanno preso parte nelle scorse settimane a iniziative didattiche per l’approfondimento della figura dell’asso lughese e del relativo contesto storico: l’11 ottobre hanno assistito a una lezione condotta da Daniele Serafini, direttore del Museo “F. Baracca”, mentre il 13 ottobre hanno visitato il museo stesso, per prendere visione degli spazi e dei cimeli, al fine di prepararsi al meglio per la visita guidata dei ragazzi di Mestre.